mercoledì 18 dicembre 2013

December: here I am.



Dicembre. Il mese che preferisco.

Il mese del bianco candido, del mio compleanno, dei dolci fatti in casa, del Natale in famiglia e delle feste con gli amici.

Molti di voi si saranno chiesti che fine ha fatto Little Luggage, visto che è un bel po’ che non è “on-line”.
No, non sto addobbando l’albero di Natale e ascoltando “Deck the Halls” da circa 3 mesi, tanto meno ho deciso di abbandonare il blog.

Sono sempre  qui, più frizzante ed energica che mai, ma con un bagaglio di novità in serbo per questo 2014.
Non sono solita parlare della mia vita privata, ad eccezione dei miei viaggi lavorativi, delle mie vacanze e di qualche aneddoto buffo sulla mia vita. Penso che chi mi conosce un pochino, lo ha capito…

Però ci tenevo a ringraziare tutti coloro che mi hanno seguito nonostante i pochi mesi di attività, perché grazie al blog ho intrapreso un viaggio che non mi sarei mai sognata di percorrere.  Allo stesso tempo, ci tenevo a scusarmi per l’assenza degli ultimi mesi…  Questo 2013 è stato un anno meraviglioso, come tutti gli altri, poiché solo il fatto di godere in piena salute di amore, famiglia, amici è di per sé un dono stupendo. Se poi a questo si unisce una bella dose di avventura tra viaggi e nuovi percorsi di vita, allora l’anno in questione è da annoverare tra gli i migliori, all’interno di una TOP TEN immaginaria. Se guardo a quella che ero un anno fa, non vedo una persona tanto diversa da quella di adesso:  i leggins e le camicie a scacchi, gli ugg e le comode felpe, la passione per i dolci alla cannella e la casa un po’ romantica e un po’ scandinava. Le amiche di sempre, lo stesso cuore innamorato della vita e del mio Cary, la passione per il fai-da-te, per le favole e la stessa visione disincantata del mondo. La stessa voglia di esplorare, conoscere, capire.
Ma c’è un ingrediente speciale che si è annunciato in punta di piedi e ha cominciato a tingere la mia vita di rosa; un piccolo batuffolo di cotone da coccolare e coltivare che arriverà tra qualche mese avvolto da fibre di ciniglia e profumo di latte e miele.

Ecco il perché della mia assenza. Ecco il motivo per il quale ho voluto intraprendere questo viaggio in maniera introspettiva, lasciando da parte posti soleggiati e grandi capitali e facendo spazio alla comodità della mia casa e della mia tranquilla cittadina.

Ma tornerò presto con altri emozionanti posti da raccontare.

Per ora vi auguro un felicissimo giorno di Dicembre.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...