venerdì 30 maggio 2014

Nu juorno buono: Vietri sul mare

Hai presente quei giorni in cui ti alzi e scruti dalla finestra quei raggi di sole che ti fanno venir voglia di camminare scalzo sulla spiaggia, con la sabbia che si infila tra le pieghe dei jeans a il vento che scompiglia i capelli?
Quei giorni in cui è d’obbligo un bel piatto di ravioli con ricotta fresca e un tiramisù scomposto all’aria aperta?

Quei giorni in cui come sarebbe bello portare la piccola in riva a respirare aria pura mista a iodio e canti di gabbiani?




“E’ nù juorno buono.
Stammatin m’a scetat ‘o sol,
l’addore rò cafè,
o stereo pp’è canzon”






Ecco, questo è uno di quei giorni.
Dove libertà e bellezza viaggiano di pari passo: la libertà del mare e l’infinito orizzonte; la bellezza della natura, dei paesaggi, dei colori. Relax color acquarello e profumo di limone.

“Com’è bella la mia terra,
mi manca quando parto,
porto una cartolina di riserva.”




“Il mondo si è fermato,
in questa splendida giornata.”

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...